CLASSI ENERGETICHE: LA GUIDA DEFINITIVA.

 

Vuoi acquistare o ristrutturare casa?

 

Allora devi fare attenzione alla classe energetica.

 

Non hai compreso chiaramente cosa sia?

 

Nessun problema: te lo spieghiamo in questo post.

 

La classe energetica è un fattore determinante quando si sceglie una casa.

 

In sostanza è un’indicazione del consumo energetico dell’abitazione.

 

Quindi tanto migliore sarà la classe energetica della tua abitazione, tanto meno consumerà.

 

Questo si traduce in un risparmio economico.

 

Detto questo: come sono organizzate le varie classi energetiche?

 

Non è nient’altro che è una classifica che va dalla lettera A alla G, dove A rappresenta il risparmio massimo e G il minimo.

 

Come si stabilisce la classe energetica di un appartamento?

 

L’assegnazione avviene grazie all’indagine di un tecnico sui consumi necessari per riscaldare l’abitazione rapportati al suo livello di isolamento termico.

 

Il tecnico deve individuare l’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile dell’edificio, calcolando il consumo sulla base dei rilievi svolti in seguito a sopralluogo.

 

In pratica viene calcolato il consumo energetico in kilowatt orari per metro quadro.

 

Analizziamo brevemente le varie classi.

 

 

 

 

Classe energetica F & G

Sono gli edifici in cui il risparmio energetico è davvero scarso.

Infatti, negli edifici di classe F e G sono spesso presenti caldaie in disuso o a gasolio.

 

Non sono presenti le obbligatorie valvole termostatiche.

 

Manca totalmente la manutenzione delle pompe di circolazione se presenti, e gli isolamenti e infissi non sono pensati per il risparmio energetico.

 

 

 

 

Classe energetica E

Edifici costruiti a cavallo tra gli anni 70-90 spesso appartengono a questa classe energetica.

Presentano anziché la caldaia a gasolio quella a metano. La qualità costruttiva non è ancora elevata ma si nota un primo miglioramento.

Questi appartamenti di classe E presentano tetti le cui coibentazioni sono sì effettuate però con materiali e tecniche non ancora del tutto efficienti.

 

 

 

 

Classe Energetica D

In questi appartamenti la situazione è molto simile a quella della classe E. Potrete però trovare una maggiore tenuta termica perché è stata migliorata la coibentazione del tetto ed i muri esterni si sono ispessiti.

 

 

 

 

Classe Energetica C

Questo tipo di appartamento presenta già delle soluzioni all’avanguardia.

Sono presenti le valvole termostatiche (a bassa inerzia) su tutti i termosifoni con la contabilizzazione indiretta del calore. Sono state sostituite le pompe di circolazione per abbassare le portate e i consumi elettrici.

 

Negli appartamenti di questa classe energetica si trovano anche dei validi isolamenti del sottotetto con almeno 10 cm. La presenza di un discreto isolante termico e le nuova caldaie a condensazione, sono di certo molto più efficienti rispetto a quelle a metano.

 

 

 

 

Classe energetica B

Quando si parla di questa classe B, si intendono appartamenti con le stesse caratteristiche della classe C ma con interventi volti al miglioramento della parte esterna dell’immobile.

 

Ristrutturazione Case si occupa di ristrutturare le facciate con un occhio alle detrazioni regionali in merito.

 

Sono previste tra le opere edilizie per rendere a norma l’edificio anche la sostituzione di tutti i serramenti e l’inserimento di pannelli isolanti.

 

 

 

 

Classe energetica A

Se hai la fortuna di aver acquistato un appartamento di classe A sei nell’eccellenza energetica!

 

La tua casa ha tutte le caratteristiche della classe C e B ma ha un surplus: aver applicato il famoso “cappotto” termico esterno all’edificio spesso almeno 10 centimetri.

 

Le classi energetiche da 7 possono esser considerate anche 10 se si calcolano le diverse classi A1-A2-A3-A4, quest’ultima la più efficiente. Trattasi di appartamenti siti in edifici a impatto energetico quasi pari a zero.

 

In alcuni casi, tuttavia, pur ambendo ad una casa dalle elevate prestazioni energetiche, per motivi pratici non è possibile ottenerla.

 

Il caso più diffuso è l’impossibilità di installazione del cappotto per mancanza di spazio.

 

Oggi, tuttavia, esiste una soluzione.

 

Si tratta di un sistema termoriflettente che isola la casa in soli 8 mm.

 

Si chiama OnActive, scopri di più qui.